Pronto soccorso

Emergenza sanitaria.

DEFINIZIONE

La comunità scolastica, come ogni luogo dove convivono diverse persone, deve essere attrezzata e pronta ad affrontare ogni tipo di emergenza sanitaria da quella più banale a quella più complessa.

 

DESCRIZIONE

La gestione di ogni situazione sanitaria richiede una buona organizzazione di base.

E’ noto che nel nostro paese il soccorso sanitario è gestito dalle centrali operative 118 (112 per quei comuni dove il servizio è già in vigore) che operano sul territorio secondo le direttive impartite dalle singole regioni.

Ma, a prescindere da ciò, è di fondamentale importanza per gli istituti scolastici dotarsi di procedure operative necessarie per gestire il primo soccorso e l’attivazione del servizio 118.

Nella stesura delle procedure dovranno essere prese in considerazione le seguenti necessità:

  1. Individuazione del personale interno addetto al primo soccorso e formato con appositi corsi;
  2. Individuazione di ambienti idonei ove custodire il materiale sanitario e le attrezzature di base (infermeria);
  3. Individuazione del luogo ove custodire i numeri di recapito dei famigliari degli studenti e dei famigliari del personale dipendente o comunque in servizio presso l’istituto;
  4. Segnalazione al personale della presenza nell’istituto o in ambienti vicini di un defibrillatore (DAE) e di personale autorizzato all’impiego;
  5. Elenco delle persone portatrici di particolari patologie o allergie.

 

Il primo soccorso

Il personale appositamente qualificato dovrà prestare il primo soccorso ponendo in essere tutte quelle manovre necessarie quali la posizione di sicurezza, l’arresto temporaneo di un’emorragia o la rianimazione cardio-polmonare seguendo le direttive telefoniche del personale medico della centrale operativa. 

Non potranno essere somministrati farmaci fatta eccezione per i farmaci salvavita prescritti con l’apposita procedura nei casi specifici (cfr. somministrazione farmaci).

 

Modalità di attivazione del 118

L’attivazione del servizio emergenza 118 non consiste in una banale chiamata telefonica in quanto dal contenuto della richiesta la centrale operativa dispone i mezzi adeguati di intervento (ambulanza, automedica, elicottero).

E’ bene che l’attivazione del 118 venga effettuata da personale in grado di riferire in modo il più possibile analitico la situazione di emergenza.

 

Corsi di primo soccorso.

Dai dati forniti dall’INAIL risulta che nel 2013 si sono verificati oltre 88.000 infortuni di studenti nelle sole scuole pubbliche. Il dato è rilevante tenuto conto altresì che non comprende i casi di malattia. La preparazione del personale scolastico in tema di primo soccorso diventa pertanto una necessità per tutti gli istituti scolastici. A prescindere dalle norme che impongono un certo numero di persone addette al primo soccorso sarebbe bene che detta formazione venga via via estesa a tutto il personale e diventi materia di formazione anche per gli allievi delle scuole primarie di secondo grado e secondarie. Per evitare l’impiego di risorse economiche per l’effettuazione di detti corsi gli istituti potranno avvalersi delle varie associazioni di pronto soccorso presenti sul territorio nazionale che gratuitamente svolgono quest’opera di educazione sanitaria.