16 febbraio 2016

Sicurezza nelle scuole: i genitori come possono conoscere la situazione degli edifici e degli impianti?

Diversi fatti di cronaca di questi ultimi anni hanno posto il problema della sicurezza delle aule delle scuole italiane e lo stesso Governo stanzia ogni anno diverse somme per far fronte ad un problema di vetustà di molti edifici.

Ma, a prescindere dai singoli casi concreti ovvero e dei recenti tragici fatti come quello accaduto in una scuola a l’Aquila, i genitori possono assumere informazioni sullo “stato di salute” delle scuole frequentate dai loro figli?

La risposta al quesito è sicuramente positiva anche se le risposte non potranno che essere limitate a determinate circostanze.

Il primo passo da compiere è sicuramente quello di verificare se l’Istituto scolastico ha pubblicato in rete il piano per la sicurezza della scuola.

In caso negativo i genitori potranno scrivere al Presidente del Consiglio di Istituto e chiedere la divulgazione sul sito della scuola del predetto documento previsto dalla legge.

In ogni caso i genitori potranno accedere alle informazioni custodite dagli istituti scolastici o dagli enti locali deputati alla manutenzione degli edifici come i comuni e le province attraverso due importanti strumenti di accesso alla documentazione amministrativa:

Invocando l’applicazione delle predette norme i genitori potranno per esempio pertanto chiedere copia dei seguenti atti:

  • Registro delle manutenzioni effettuate nella scuola;
  • Certificato di conformità dell’impianto elettrico;
  • Certificato di agibilità della scuola;
  • Dichiarazione di assenza di amianto;
  • Certificato VV.FF;
  • Copia del piano per la sicurezza.

Sarebbe buona cosa che una richiesta del genere venga inviata dal Comitato Genitori o dai rappresentanti di classe in modo tale da non creare né panico né, tantomeno, un’inutile duplicazione di atti.

La richiesta di informazioni oltre a rendere più trasparenti le strutture fungerebbe indirettamente anche da stimolo per gli organi preposti ad tenere sempre alto il livello di controllo e prevenzione.

Avv. Flavio Biancardi