Gestione di denaro (degli alunni)

Gestione di denaro da parte del personale scolastico.

(Pagamento dell’assicurazione scolastica e delle gite o viaggi di istruzione.)

 

DEFINIZIONE

Il personale scolastico è inibito a maneggiare cioè gestire e amministrare denaro dalla normativa vigente.

 

NORMATIVA

Art. 17 Direttiva Interministeriale n. 44/2001.

 

DESCRIZIONE

Parlare di maneggio di denaro rispetto al personale scolastico sembrerebbe quasi un paradosso in quanto detta attività non rientra fra quelle tipiche di detto personale.

Tuttavia durante l’anno scolastico questa tematica prende forma anche per il personale scolastico e ciò in occasione del pagamento dell’assicurazione scolastica e delle gite o viaggi di istruzione.

E’ noto che in diverse scuole la raccolta di detti fondi viene effettuata, per spirito di collaborazione e per agevolare le famiglie, dal personale docente.

Detta disponibilità, seppur lodevole, non è consentita dalla normativa vigente.

L’articolo 17 della Direttiva Interministeriale n. 44/2001 stabilisce infatti che l’unico operatore che può gestire denaro contante all’interno dell’istituzione scolastica è il Direttore SGA.

Al divieto posto dalla norma consegue che in caso di furto o smarrimento del denaro raccolto l’insegnante ne risponde personalmente.

Alcuni interpreti ritengono che detto divieto non sia esteso ai rappresentanti dei genitori che dovrebbero pertanto farsi carico di detta problematica.

Non sembra però corretto onerare i rappresentanti di classe di detta attività tenuto conto dei rischi connessi alla stessa e del fatto che i genitori già prestano gratuitamente la loro opera al servizio della scuola.

L’unica soluzione praticabile, già adottata in diversi istituti, non è altro che quella del pagamento diretto da parte delle famiglie sui conti bancari o postali della scuola.