15 marzo 2017

Gite Scolastiche: il MIUR rinnova l’accordo con la Polizia Stradale per garantire la sicurezza.

La gita scolastica è uno dei momenti formativi e di svago più divertenti per gli alunni, che iniziano a proporre le mete desiderate già dall’inizio dell’anno scolastico.

In più di un’occasione, però, le pagine di cronaca nera, anche italiana, sono state occupate da tragedie che hanno coinvolto alunni, docenti e altri accompagnatori in gita, a causa di mezzi di trasporto in avaria, perchè vecchi e danneggiati da tempo, o per mano di autisti che si sono messi alla guida in stato di ebbrezza o assopiti da sostanze stupefacenti… Tragedie che si sarebbero potute evitare!

Anche quest’anno il Miur ha rinnovato la convenzione con la Polizia Stradale per garantire la sicurezza dei viaggi di istruzione.

Non è un vincolo obbligatorio per le scuole ma, sicuramente, una buona occasione da sfruttare per avere ed offrire maggiori garanzie sulla sicurezza dei trasporti necessari per lo svolgimento dei viaggi.

A fronte della predetta convenzione le istituzioni scolastiche possono pertanto chiedere la collaborazione della Polizia Stradale segnalando per tempo l’iniziativa ed indicando i percorsi in modo tale da offrire controlli sia alla partenza, sia durante il viaggio.

Prima della partenza il mezzo potrà essere verificato dagli agenti della polizia che provvederanno anche alla verifica dei requisiti del conducente.

La Polizia ha segnalato che, nel corso dell’anno 2016, sono stati verificati su richiesta delle scuole 10.126 automezzi rilevando irregolarità su 1.287 degli stessi.

L’elevato numero di mezzi irregolari depone per la necessità di provvedere sempre alla richiesta preventiva della Polizia di Stato al fine di evitare inutili tragedie ed eventuali responsabilità dell’Istituto scolastico rispetto alla scelta delle ditte di autotrasporti.