18 novembre 2016

Genitori che si lasciano: il decalogo per affrontare la separazione.

Nel precedente articolo abbiamo affrontato l’argomento del divorzio e figli: le emozioni non dette.

Molte volte i bambini manifestano il loro pensiero egocentrico, pensando di essere loro stessi la causa della separazione della loro mamma e del loro papà, questo genera in loro il senso di colpa e l’impotenza nel cambiare la situazione.

Questi bambini vanno rassicurati e rinfrancati, altrimenti in loro potrà sempre rimanere un silente dubbio di essere stati dei cattivi figli, al punto di far separare mamma e papà. I genitori devono essere espliciti e chiari con le parole e con i gesti: «nessuna mamma e nessun papà si lasciano per colpa di un figlio, anzi, tante volte il figlio è il motivo per cui hanno avuto bisogno di prendersi un po’ di tempo per decidere se questo era davvero il passo da fare».

Un figlio di fronte alla separazione dei genitori ha bisogno di infinite rassicurazioni, di una mamma e di un papà che sappiano parlargli insieme, ma anche separatamente, di un contenimento affettivo ed emotivo che deve essere compiuto attraverso una molteplice gamma di strategie:

  • Gesti fisici
  • Coccole
  • Parole
  • Lettura congiunta di libri che trattano il tema della separazione
  • Condivisione delle emozioni

I genitori, in tutto il processo di separazione possono portarsi con se’ il rispetto di queste semplici dieci regole, tratte da: “Vi lasciate o mi lasciate, A. Pellai e B. Tamborini”:

  1. SEPARATEVI CON LO STESSO STILE CON CUI INTRAPRENDERESTE UN VIAGGIO MOLTO AVVENTUROSO

«Separarsi è come andare incontro a un viaggio molto avventuroso, di cui non si conoscono tutte le tappe e non si possono prevedere le condizioni metereologiche. Tuttavia, se ci si dota di tutti gli ausili e ci si informa, questa imprevedibilità diventerà un’occasione per uscirne rinforzati»

2. COMUNICATE CON LE PAROLE E… CON TUTTO IL RESTO

«Ciò che serve di più a un bambino è sentirsi rassicurato e amato. È fondamentale che sappia, nonostante la separazione in corso, che avrà relazioni amorevoli, calde ed affettuose con entrambi i genitori».

3. I RITI SONO IMPORTANTI: RISPETTARE E GARANTIRE I RITI E LE ROUTINE ANCHE DOPO LA SEPARAZIONE

«È importante fornire un senso di ordine, stabilità e continuità ai figli attraverso la pratica della routine affinché garantiscano la possibilità di prevedere che cosa succederà. Ciò è importante per alcune azioni della vita quotidiana che determinano un ritmo concreto ed emotivo della giornata».

4. TROVATE UN ACCORDO SU COME SPIEGARE LA VOSTRA SEPARAZIONE AL FIGLIO: ciò che sta succedendo riguarda mamma e papà, non ha nulla a che vedere con te

«È un passaggio molto importante:

  • Cercate di decidere insieme il momento e il modo in cui lo direte
  • Siate presenti entrambi
  • Siate rispettosi l’uno dell’altra
  • Annunciate con chiarezza quali saranno i cambiamenti (dove vivranno, quali saranno le routine etc.)
  • Fornite un senso di sicurezza
  • State attenti accogliete le reazioni del bambino che possono essere differenti in base all’età»

5. ABBIATE CURA DI VOI STESSI

«Per essere d’aiuto a un figlio, è fondamentale che i genitori, durante la fase della separazione, sappiano prendersi buona cura di sé stessi per poter essere fisicamente ed emotivamente disponibili che confronti dei maggiori bisogni che i figli esprimeranno».

6. NON LITIGATE MAI CON IL VOSTRO EX PARTNER DI FRONTE AI FIGLI O AL TELEFONO IN LORO PRESENZA.

7. NON DATE MAI DETTAGLI SGRADEVOLI O NEGATIVI AI FIGLI IN MERITO ALL’ALTRO GENITORE.

8. RENDETE PRIORITARIO LO SVILUPPO DI UNA RELAZIONE CON L’EX PARTNER ORIENTATA A UNO STILE AMICHEVOLE.

9. INTERAGITE CON L’EX PARTNER SEMPRE IN MODO GENTILE E CORDIALE.

10.CONCENTRATEVI SUI PUNTI DI FORZA E SU TUTTE LE RISORSE DI TUTTI I FAMIGLIARI.

 

Dott.ssa Silvia Ruggiero