08 dicembre 2016

Contributi per l’acquisto di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati

Computer e tablet sono strumenti compensativi indispensabili per gli studenti con DSA o con determinati tipi di disabilità.

La Regione Lombardia ha emanato un bando con la finalità di aiutare le famiglie di tali studenti, agevolandole nella spesa degli ausili tecnologici.

In particolare  dal 1 dicembre 2016 e sino al 30 gennaio 2017 è possibile presentare alla ATS della Città Metropolitana di Milano la richiesta di contributo economico per l’acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati per le famiglie con figli disabili o con disturbi specifici di apprendimento (DSA) ex l.r. 2 febbraio 2010, n. 4 “Disposizioni in favore dei soggetti con disturbi specifici di apprendimento” (art. 4 comma 2).

Possono presentare la richiesta di contributo i cittadini residenti nel territorio dell’ATS della città Metropolitana di Milano con le modalità e nelle sedi indicate nel Bando.

Le domande vengono accolte e successivamente valutate solo se prevedono una spesa pari o superiore a € 300,00 e sono corredate dalla documentazione sopra elencata.

I contributi sono concessi nella misura del 70% della spesa ammissibile.

Sono ammissibili a finanziamento:

  • strumenti acquistati o acquisiti temporaneamente in regime di noleggio, affitto, leasing o abbonamento;
  • strumenti già in dotazione alla famiglia che devono essere adattati/trasformati;
  • qualsiasi servizio necessario a rendere lo strumento effettivamente utilizzabile (installazione/personalizzazione, formazione all’utilizzo, manutenzione e costi tecnici di funzionamento, etc.)

 

  • Sono finanziabili anche le richieste di contributo che:
    • prevedano l’acquisizione di strumenti che rientrino nella definizione di ausilio dello standard internazionale EN ISO 9999: “qualsiasi prodotto, strumento, attrezzatura o sistema tecnologico, di produzione specializzata o di comune commercio, destinato a prevenire, compensare, alleviare una menomazione o una disabilità” ivi compresi ausili/dispositivi domotici, applicativi informatici, software e adattamenti del computer sviluppati per compensare quanto previsto nell’art.4 della l.r. n°4/2010, nonché la guida di autoveicoli da parte della persona con disabilità;
    • prevedano l’adattamento dell’autoveicolo (di proprietà o in comodato d’uso sia del famigliare che del disabile) al fine di garantire il trasporto alla persona disabile nei luoghi di lavoro o di socializzazione;
    • prevedano l’acquisto di ausili riconducibili al Nomenclatore Tariffario valutando attentamente il progetto individualizzato in relazione alla finalità d’integrazione sociale o lavorativa stabilita dalla l.r.23/99;
    • prevedano l’acquisto di personal computer e relativi applicativi necessari a soddisfare quanto previsto dall’ art. 4 l.r. 4/2010;

    Sono inoltre ammissibili in quanto riconducibili:

    • gli ausili per non udenti non ricompresi nel nomenclatore, quali vibratori, sistemi FM o IR limitatamente ai minori in età prescolare nonché il secondo processore, non a scatola, prioritariamente per minori;
    • le protesi acustiche, limitatamente alle persone affette da sordità pari o superiore a 65 decibel medi(500-1000-2000 Hz) nell’ orecchio migliore e ai minori con sordità pari a 50 decibel medi (500-1000-2000 Hz) nell’ orecchio migliore;
    • per gli ausili ad alto contenuto tecnologico con forte connotazione sanitaria, per i quali il comparto sanitario prevede un contributo per l’acquisto, la richiesta è ammissibile previa documentazione che attesti la necessità dell’ausilio da parte della persona disabile. Il contributo viene calcolato in relazione al contributo sanitario, tenendo presente che comunque la somma dei due contributi non deve superare il 70 % del costo dell’ausilio;
    • per gli ausili destinati a compensare disabilità importanti che necessitano di specifici strumenti tecnologicamente avanzati per la guida dell’autoveicolo da parte di persone disabili, la richiesta è ammissibile previa documentazione che attesti la necessità dell’ausilio. Il contributo viene calcolato in integrazione con il contributo di cui all’art. 27 della l. 104/92, tenendo presente che la somma dei due contributi non deve superare il 50% del costo complessivo dell’ausilio e comunque entro il limite massimo di € 3.000,00.

Per tutte le richieste di personal computer, nella documentazione d’acquisto dovranno essere indicati separatamente i costi di acquisto dell’hardware e software.

Per informazioni, chiarimenti ed approfondimenti:

mail:  lr23tecnodisabili@ats-milano.it

tel.: 0331498620 – dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.

Riferimenti on line al sito:

http://www.asl.milano.it/ITA/Default.aspx?SEZ=2&PAG=554&NOT=7314