28 aprile 2016

29 aprile 2016 – Internet Day

Il MIUR ha fissato per domani 29 aprile la celebrazione dell’ Internet Day per celebrare il 30° anniversario del primo collegamento alla rete avvenuto a Pisa il giorno 30 aprile 1986.

Le scuole sono state invitate a celebrare l’iniziativa organizzando eventi e momenti di studio per approfondire il ruolo di internet nella società e nella scuola.
E’ un evento che il Ministro Giannini inserisce nel piano digitale che sta, seppur a fatica, decollando in tutte le scuole con l’avvio dell’iter formativo degli animatori digitali.

Gli sforzi, anche economici, per adeguare le nostre scuole alla realtà digitale e viaggiare al passo con la stessa sono tanti ma, inutile nasconderci, incontrano non poche difficoltà rispetto alla mentalità di coloro che operano nel mondo della scuola e non sono favorevoli a queste nuove tecnologie e modalità di insegnamento.

Tante aule delle nostre scuole sono state arricchite dalla presenza della LIM ma in quante aule queste prodigiose lavagne vengono utilizzate al meglio? In quante fungono solo da arredo?

Se non si riuscirà a cambiare il modo di pensare e a formare in modo adeguato i docenti non solo le lavagne diventeranno obsolete senza essere utilizzate ma il piano della scuola digitale rischierà di fallire.

Non siamo convinti che il digitale a priori debba sostituire il cartaceo, permangano i libri, i quaderni e i tradizionali metodi di insegnamento sempre che gli stessi siano integrati con i moderni strumenti che la scienza ci mette a disposizione e ormai abitualmente impiegati dagli studenti soprattutto dai nativi digitali.

Siamo convinti che i docenti che non riusciranno ad acquisire buone capacità informatiche (quali l’utilizzo di un PC, di internet, della LIM e dei sistemi di comunicazione attuali) e di impiegare dette risorse nella didattica quotidiana si autoescluderanno dal presente e dal futuro.